Battibecco serrato a In Onda (La7) tra la deputata di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, e uno dei conduttori, David Parenzo, sulla figura del’imprenditore George Soros. Commentando la diminuzione degli sbarchi dei migranti in Italia, la presidente di FdI si attribuisce il merito del risultato: “Il lavoro che abbiamo fatto ha funzionato. Siamo stati noi a porre il problema dell’immigrazione irregolare, perché al grande capitale serviva per fare i propri interessi. Dopo anni che denunciavamo il problema e siccome avevamo convinto gli italiani, quando è arrivata la campagna elettorale, chi stava al governo è dovuto correre ai ripari. Minniti ha corretto il tiro e ha sposato la nostra tesi solo per interesse, non per convinzione”. Parenzo osserva: “Lei prima ha parlato di grande capitale. Citate sempre Soros come il burattinaio di tutto questo”. “Non è che lo citiamo noi e me lo sono inventato io, lui finanzia le ong. E’ uno speculatore“, risponde Meloni. “E’ un filantropo“, obietta Parenzo. E la parlamentare ribatte: “Se per lei uno speculatore è un filantropo…”. “Soros peraltro veniva accusato dai suoi nemici di aver contribuito alla caduta del comunismo” – continua il giornalista – “Quindi, dovrebbe piacerle”. “No, non mi piace” – replica Meloni – “Io ricordo che Soros è stato uno dei responsabili di un problemuccio che abbiamo avuto in Italia nel 1992. Lo ricordano tutti, tranne lei. Non si ricorda quando Soros ha moltiplicato i poveri in Italia, bruciando miliardi di lire italiane. Soros fa speculazione e speculazione e filantropia non vanno d’accordo. Soros non è un filantropo, ma uno speculatore che usa la sofferenza della gente perché gli serve”. Poi sbotta ancora con il conduttore, quando si parla di immigrati regolari: “Io sono un po’ basita. Guardi che le nostre battaglie contro questa immigrazione irregolare le abbiamo fatte a tutela degli immigrati regolari. Io voglio immigrazione regolare, governando i flussi come fanno tutte le nazioni dell’Europa e non voglio che far governare i flussi migratori dall’Isis o dagli scafisti o dal fondamentalismo internazionale. Ma cos’è che non capisce di questo? Guardi che è un ragionamento facile. Le sue domande sono curiose, vuol far passare noi di Fratelli d’Italia per razzisti. Io non sono razzista