A Peugeot sembra importare poco che a fare da padroni del mercato dell’auto siano i suv. Anzi, il marchio francese rilancia la berlina tradizionale travestendola da sportiva. Ecco quindi la nuova 508, un modello importante per la casa d’oltralpe: presentata per la prima volta al Salone di Ginevra di quest’anno, la 508 arriverà in Italia il prossimo autunno e l’obiettivo di vendita per il nostro mercato è fissato a 2 mila unità annue.

La sedan francese esprime una forte personalità, a cominciare dal frontale, di forte impatto: a guardarlo bene, potrebbe avere delle sembianze quasi “feline”, se non altro per le luci diurne verticali a LED, che paiono delineare delle zanne. A rafforzare l’idea di questa epifania animalesca, proprio la centralità del logo del leone, sovrastato dal numero ‘508’ come fosse una tiara.

Le porte prive di cornice rendono il profilo sottile, slanciato dall’unica linea di forza che parte dallo specchietto e sfuma verso la parte della coda. Lì il bagagliaio da 487 litri si mimetizza, perché a spiccare è la fascia nera orizzontale che ingloba i gruppi ottici, con fari Full LED tridimensionali che disegnano degli ‘artigli’.

Entrando nell’abitacolo – anzi, calandosi, visto che il nuovo modello è decisamente più basso rispetto al precedente – bisogna fare attenzione a non battere la testa. L’altezza complessiva, infatti, è passata da 1,45 m a 1,39 m. A dettare la linea di design degli interni è la rinnovata architettura i-Cockpit: il volante si fa più piccolo, il quadro strumenti è rialzato e il sistema di infotainment è gestito da un touchscreen HD da 8’’.

Ah, a proposito del volante: è compatto, è vero, ma va comunque a coprire il quadro della strumentazione, ostacolandone in parte la visibilità. Il che procura un pò di difficoltà nel ricevere le indicazioni del navigatore, senza dover necessariamente girare lo sguardo al touchscreen a centro plancia.

Ad arricchire l’i-Cockpit anche le quattro diverse modalità di guida, che sono Eco, Sport, Comfort e Normale. Se il vostro intento è quello di godervi la strada, il paesaggio e soprattutto l’auto, la modalità di guida ideale non può che essere ‘comfort’, impostazione che, peraltro, non sacrifica la grande agilità della 508. I quasi 70 kg persi rispetto al modello uscente – grazie alla nuova piattaforma EMP2 – si percepiscono tutti e fra le curve l’auto fila via che è una bellezza, nonostante la ‘stazza’ importante.

Il pacchetto sicurezza è ricco e consente a quasi tutte le versioni di avere ADAS (i sistemi di assistenza alla guida) di serie: il più innovativo fra questi è il Night Vision che, tramite raggi infrarossi, rileva ostacoli, persone o animali fino a 200-250m di distanza. Interessante il Lane Positioning Assist, che mantiene il veicolo in corsia, e l’Active Blind Corner Assist, che risulta di grande aiuto per tenere d’occhio gli angoli ciechi dei retrovisori.

Le motorizzazioni sono omologate tutte Euro 6.2 e sono disponibili nelle due famiglie PureTech e BlueHDi: fra i benzina troviamo i 4 cilindri 1.6 PureTech da 180 e 225 cavalli, entrambi con cambio automatico 8 rapporti (che funziona assai bene); tra i diesel, ci sono il piccolo 1.5 e il 2 litri BlueHDi, con potenza da 130 cavalli (con cambio manuale a 6 rapporti e automatico a 8), 160 e 180 cavalli.

Gli allestimenti della nuova 508 sono cinque, e cioè Active, Business, Allure, GT, GT Line, più la versione speciale First Edition, il fiammante ‘abito da sera’ con cui l’auto si era presentata al Salone di Ginevra. Quanto ai prezzi, si parte da 30.350 euro per la versione Active con motore diesel da 130 cavalli e cambio manuale, mentre la stessa versione è a 33.850 euro con motore benzina da 180 cavalli; fino ad arrivare ai 45.150 euro per la versione GT e 48.000 euro per la First Edition, entrambe con motore diesel da 180 cavalli.

PEUGEOT 508 – LA SCHEDA

Il modello: una berlina che si veste da coupé, elegante e agile nonostante le dimensioni e dal design moderno.

Dimensioni: lunga 4,75m (ha perso 8 cm rispetto alla versione precedente), larga 1,86 e alta 1,39 (anche qui sono andati via 6 cm).

Motori: 1.6L PureTech da 180 e 225 cavalli e 1.5L e 2.0L BlueHDi da 130, 160 e 180 cavalli. Ha sia il cambio manuale a 6 rapporti, sia la trasmissione automatica a 8 rapporti.

Consumi omologati nel ciclo misto: da 3,7 a 5,5 km/l.

Emissioni di CO2: da 98 a 125g/km.

Prezzo: a partire da 30.350 euro

Ci piace: è agile, elegante e porta una ventata d’aria fresca nel segmento.

Non ci piace: vista la silhouette del tetto, entrando nell’abitacolo si rischia di battere la testa, il volante oscura parzialmente gli strumenti e anche la visibilità posteriore si rivela scarsa, ma quella fa parte del gioco.