Botta e risposta sul tema della liberalizzazione delle droghe leggere a ‘La Confessione‘, in onda su Nove mercoledì alle 23.55, tra il conduttore Peter Gomez e Carlo Giovanardi, ex sottosegretario di centrodestra padre della legge Fini-Giovanardi che equiparava le droghe pesanti a quelle leggere. “Lei ha un atteggiamento da Chicago degli anni anni ’30: antiproibizionista”, sostiene il giornalista. “Assolutamente, assolutamente”, ammette l’ex ministro. “Abbiamo creato Al Capone”, dichiara con tono ironico il direttore de ilfattoquotidiano.it. “Ragazzi, se andate in Cina e vi trovano delle sostanze in casa, rischiate che vi ammazzino”, spiega Giovanardi. “Bella democrazia la Cina”, rintuzza il conduttore. E aggiunge: “Da ragazzo io le canne me le sono fatte. Le pare che stia male?”. “Non lo so – ammette il proibizionista -. So che nelle neuroscienze un ragazzo che comincia a 13 anni a farsi gli spinelli, a 18 anni avrà i buchi nel cervello: nel senso che le sue funzioni cerebrali verranno compromesse”. Gomez a quel punto chiosa: “Ora capisco perché non sono diventato direttore del New York Times, secondo lei”.

La Confessione” (programma di Loft Produzioni per Discovery Italia) è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Accordi&Disaccordi: “Italia a porti chiusi”, mercoledì 13 giugno alle 22.45 in diretta su Nove discutono Claudio Borghi, Alessia Rotta e Vauro

next
Articolo Successivo

Belve, torna su Nove venerdì 15 giugno il programma di Francesca Fagnani. Prima ospite, Simona Ventura

next