Anche Crema avrà il suo “Grande Fratello”. Da venerdì fino al 24 giugno dietro le vetrine di un negozio di abbigliamento nel centro storico della città, tre persone al giorno vivranno mostrando ogni attimo (o quasi) della loro giornata. Il tutto sarà visibile anche in Rete grazie ad un collegamento streaming. L’idea è di Beppe Riboli, progettista che si definisce “creativo”. Il committente è Alberto Doldi, noto commerciante in città. Il primo ci ha messo gratuitamente la sua fantasia, il secondo è passato nel giro di una settimana da 500 a novemila contatti sulla sua pagina Facebook.

Il casting per partecipare si è chiuso giovedì scorso e da lunedì si sta allestendo la vetrina: “Le richieste arrivate sono più di 300. Vorrei avere dentro – spiega Riboli che ha curato personalmente la selezione – persone omo, etero, di ogni etnia. Mi hanno chiamato persino concorrenti del “Grande Fratello” ma non li vogliamo. Si tratta di maschi e femmine, di giovani tra i 18 e i 30 anni. La maggior parte sono occupati, sono commessi, parecchia gente ha un lavoro in Rete, banchieri. Sono arrivati ragazzi e ragazze tatuate, presunti modelli e aspiranti attrici, parecchi cremaschi ma anche candidati da Roma: sono persone che non hanno paura di apparire. C’è una categoria di persone che lo ama fare e non vanno giudicate”.

Uno di loro vincerà grazie alle votazioni che saranno fatte dagli spettatori. Sulla pagina Facebook del negozio Valentina, che tra qualche giorno sarà dietro la vetrina, scrive: “Manca una settimana per entrare nella casa di vetro ma la tensione si fa già sentire per bene, ragazzi sostenetemi. Ho bisogno di tutti voi. Sarò in diretta live da sabato 9 giugno alle 21,30 circa fino a domenica 10 giugno alle 19. Per votarmi troverete la mia foto nella pagina e basterà mettere un like sulla mia foto. Posso contare su di voi?”.

Nella casa in vetrina ci saranno un letto, un tavolo, delle sedie, una Tv, una cabina armadio, una doccia che verrà fatta in costume. I concorrenti si vedranno solo in accappatoio. Per i bisogni primari ci sarà un bagno riservato che garantirà la privacy dei partecipanti. Sarà vietato avere atteggiamenti impropri (baci compresi), fumare, guardare programmi pornografici, introdurre droghe, alcool e medicinali pena l’espulsione immediata. Unica concessione: il cellulare. Il viatico di ogni concorrente sarà composto da un tubetto di dentifricio, una confezione di crema idratante, uno shampoo, una saponetta, una confezione di gel o lacca per capelli, una bomboletta di schiuma da barba e un dopobarba.

Gli ospiti non vivranno più di 24 ore nello spazio, ci sarà un continuo turnover. Chi sta fuori avrà la possibilità di fare un selfie con i protagonisti del live e potrà ascoltare ciò che avviene dietro le vetrine grazie a delle casse oppure seguire il tutto comodamente da casa collegato a Facebook.

Tutto alla luce del sole: “Abbiamo consultato un legale e non c’è alcun problema, si tratta di un semplice allestimento”, spiega Riboli.

L’obiettivo del creativo cremasco è di attirare l’attenzione sulla città: “E’ arte pura, un evento per Crema. Tutti parleranno di noi. Qualche hater c’è ma ho risposto a tutti. Hanno criticato il negoziante ma sono solo dei rosiconi”. Venerdì l’inaugurazione, sabato si parte con l’ingresso dei primi concorrenti.