REGINA DEL TRASH – Se si parla di storia del trash televisivo, senz’altro merita una menzione speciale Aida Nizar. Al grido di “Adoro la mia vita” (frase spesso riportata anche sulle sue maglie), la spagnola ha travolto la televisione italiana come un ciclone: c’è chi la odia per il suo essere costantemente sopra le righe, e chi la adora per il suo modo di fare sempre provocante. Dai confronti con Dudù (il soprannome dato a Cristiano Malgioglio), ai monologhi nel giardino della Casa, Aida ha regalato perle inarrivabili… e forse dimenticabili.

Grande Fratello 15, la finalissima: i dieci momenti più trash di questa edizione in attesa dell’ultima puntata

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Picnic at Hanging Rock. Una gita fuori porta si tramuta in tragedia, una serie di sparizioni sconvolgerà una comunità

prev
Articolo Successivo

Cristo è tornato ed è il nuovo leader del Pd. Ma nel cortometraggio di Estremi Rimedi il colpo di scena è dietro l’angolo…

next