Oggi misuriamo la distanza tra l’apparenza e la realtà. Grazie a due preziosi ritratti di Gianni Barbacetto e Marco Lillo comparsi oggi sul Fatto Quotidiano, conosciamo un po’ meglio alcuni dei papabili ministri. Uomini forti dei partiti che comporranno il nuovo governo.

Uno – Vincenzo Spadafora – è stato un fan (“sono un balduccino!”) di Angelo Balducci, quello della cricca degli appalti, condannato a quattro anni per associazione a delinquere.

L’altro, Giuseppe Bonomi, è mister Grandi Opere, un innamorato perso del cemento, persona di vastissimo potere e relazioni.

Indovinate chi è il grillino e chi il leghista.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Confindustria già schierata contro il governo del cambiamento (ma a favore di chi?)

prev
Articolo Successivo

Savona come Froome: l’unico che ha le carte in regola è colui che sembra non averle

next