Ha seminato il panico per giorni, aggirandosi per diversi Comuni del Salernitano con la sua auto e sparando all’impazzata. Nella traiettoria dei suoi proiettili sono finite due persone, una donna e un uomo di 67 anni, entrambi feriti. Alla fine la polizia è riuscito a identificare il 27enne e ad arrestarlo. Il giovane alla fine ha confessato.

L’allarme è scattato alle 15.15 a Pagani, in via Alcide de Gasperi, quando il giovane ha fatto fuoco contro una Smart appena parcheggiata nelle vicinanze. Intorno alle 17 si è spostato a bordo della sua Fiat Grande Punto in un Comune poco distante, Sarno, dove ha esploso due colpi di arma da fuoco che hanno raggiunto l’insegna di un locale e una moto parcheggiata. Ma non è finita qui. Dopo circa un’ora, a Nocera Inferiore vicino al bar Roma su Corso Garibaldi, un 67enne è rimasto ferito a entrambi gli arti inferiori per gli spari provenienti dalla stessa auto. Tempo di spostarsi nei pressi dell’ufficio postale di via Marconi – riferiscono gli inquirenti – e il giovane ha fatto di nuovo fuoco.

La caccia all’uomo è scattata in tutta l’area, finché il 27enne è stato rintracciato e arrestato con la pistola semi-automatica ancora in suo possesso. Dopo aver ammesso di essere stato lui il responsabile (ma senza fornire una motivazione), è stato arrestato dagli agenti di polizia del Commissariato di Nocera Inferiore diretto dal vice questore Luigi Amato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Milano, insultano e picchiano i clienti di un ristorante vegano: arrestati 4 studenti

prev
Articolo Successivo

Piemonte, treno Eurocity urta un mezzo: non ci sono feriti, linea interrotta

next