Bagarre a L’aria che Tira (La) sulla situazione politica attuale. Il deputato di Liberi e Uguali, Stefano Fassina, interviene sulla precedente querelle tra la parlamentare Pd, Alessia Morani, e il giornalista Mario Giordano, obiettando sulle osservazioni della esponente dem: “È chiaro che nessuno vuole che aumenti il debito pubblico. Va tendenzialmente ridotto. Il punto è come. Dal 2011 al 2013, durante il mitico governo Monti, che fece una manovra da 50 miliardi, il debito pubblico è aumentato di 12 punti percentuali. Continuare ad applicare le regole vuol dire far aumentare il debito pubblico. Almeno questo dovrebbe essere chiaro. Non è ideologia, è un dato di realtà”. E ammonisce Morani: “A me stupisce che, nonostante quello che sia successo in questi anni, ancora si insista nel terrorizzare i cittadini e i risparmiatori con l’ipotesi fare un po’ più di deficit. Io ho sostenuto Paolo Savona, perché è una persona consapevole. Sa che non si può fare il 5% di deficit, ma neppure il pareggio di bilancio che c’è nel Def portato in Parlamento dall’ultimo governo. Se vai a rispettare il Fiscal Compact, torni in recessione, aumenti la disoccupazione e il debito pubblico“. Morani ribatte: “Quanti soldi ci vogliono per le promesse del M5s e della Lega? Illudiamo la gente”. “Ma lascia stare” – replica Fassina – “Se la vedranno loro con le promesse che hanno fatto”. Interviene la senatrice di Fratelli d’Italia, Daniela Santanchè, che si rivolge a Morani: “Quanti miliardi avete dato voi a Mps?”. “Ancora con questa polemica?” – chiede la deputata Pd – “Ma perché allora non vota la fiducia a questo governo?”. “Avete trovato soldi per fare delle porcate pazzesche” – ribatte Santanchè – “E parla di polemica? Dare i soldi alle banche è una porcata”. Fassina commenta: “Spero davvero che finisca la campagna elettorale da parte di tutti, perché non serve”. Dopo alcuni minuti, però, riesplode la polemica tra Alessia Morani e Daniela Santanchè.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Governo, Morani (Pd) vs Giordano: “Film horror. Conte? Curriculm gonfiato”. “La Fedeli disse bugie su sua laurea”

prev
Articolo Successivo

Governo, Padellaro: “Conte si è definito ‘avvocato del popolo’? Attento a non finire come Marat e Philippe Égalité”

next