“Un ritorno di Salvini sui suoi passi? Io sono credente e peccatore e in politica tutto è possibile. Mai dire mai e mai portare rancore. Chi torna a casa è sempre benvenuto, l’importante è mettere un po’ di cenere sulla testa, avere umiltà e dire eventualmente: ‘Ho sbagliato'”. Sono le parole pronunciate ai microfoni di Ho scelto Cusano (Radio Cusano Campus) dal deputato di Forza Italia, Osvaldo Napoli, che poi corregge un po’ il tiro: “Ovviamente parlo in generale per chiunque ritorni a casa, non mi rivolgo a Salvini. Io sono convinto che lui sia un uomo intelligente e sappia diversificare il programma del centrodestra presentato agli elettori da quello fatto in accordo coi 5 Stelle. Credo che Salvini man mano saprà mediare su alcuni aspetti”. Napoli si pronuncia sul “balletto” relativo al Tav nel contratto di governo M5s-Lega: “Prima mettono il Tav nel contratto, poi lo tolgono. Siamo di fronte a dilettanti allo sbaraglio. Adesso, per le penalità, costerebbe meno fare il Tav che non farlo. E c’è un aspetto politico: dicono tutti che tutta la Val di Susa è contro il Tav e invece dal 2001 vengono eletti parlamentari favorevoli al Tav, come me. L’elettore valsusino ha sempre votato per candidati che dicono sì al Tav”. Battuta finale sulla sindaca di Roma e sulle giunte targate M5s: “La Raggi vuole usare le pecore per tagliare l’erba nei parchi di Roma? Io ho fatto il sindaco per 27 anni e ancora oggi faccio il consigliere comunale capogruppo al Comune di Torino. Cerchiamo di stare con la testa sul collo, non facciamo ridere la gente. La Raggi pensi a chiudere le buche di Roma e faccia in modo che la città sia più sicura e presentabile al turismo mondiale. Le amministrazioni grilline” – chiosa – “come vediamo a Torino, Roma, Bagheria e Livorno, sono il fallimento più totale. Io avrei detto ai grillini sindaci di fare un corso di preparazione amministrativa sul campo. La mia preoccupazione è che, se questo si ripete a livello nazionale, c’è da preoccuparsi per i cittadini italiani”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Assemblea Pd, fischi per Orfini. Ma la maggioranza resiste e sul segretario si rimanda: Renzi resta padrone

next
Articolo Successivo

Pd, Giachetti: “Basta con la finta unità, non dobbiamo avere problemi a contarci. Fissiamo la data delle primarie”

next