Dopo l’agnellino e il coniglio, stavolta è toccato a una nutria. Giuseppe Cruciani, conduttore de La Zanzara (Radio24), ieri sera si è “deliziato” il palato con uno spezzatino di nutria, preparato da un ascoltatore cremonese della trasmissione radiofonica. Tra le proteste del co-timoniere, David Parenzo, e le telefonate di ascoltatori contrariati, Cruciani ha allestito sulla sua scrivania un fornellino per riscaldare la pietanza e poi si è dedicato all’assaggio dello spezzatino in diretta. Lo chef autore del piatto è curiosamente un pasticciere di un paese del cremonese, stessa zona dal quale proviene Michel Marchi, il primo cittadino di Gerre de’ Caprioli, che ha fatto scalpore pochi giorni fa con il suo appello a non uccidere i roditori, ma a mangiarli. Entusiastico il giudizio del “gourmet” di via Monterosa: “Questa carne è favolosa”. Il pasticciere, in collegamento telefonico, ha poi spiegato al conduttore che il pezzo di nutria cucinato corrisponde alla pancia e ha descritto con dovizia di dettagli la ricetta dello spezzatino. Cruciani, invece, per la gioia dei suoi detrattori animalisti, ha squadernato più volte i particolari “splatter” della cattura dell’animale. Nel finale, il cuoco ha rivela di votare Lega e Cruciani, per suggellare l’evento gastronomico, ha rivolto un appello ai radioascoltatori perché partecipassero alla “degustazione” del prelibato piatto negli studi di Radio24

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Morani (Pd): “Accordo con M5s? Io dico no. Non contano insulti ‘piddioti mafiosi zozzoni’ ma programmi”

next