Esplorare storie di dati personali. È il gioco di parole che sintetizza il cambio di rotta in atto, è il triangolo entro cui si sta riscrivendo l’egemonia social sul web. Esplorazioni, storie e dati personali ergo dunque semplicità, versatilità e sicurezza: i tre ami con cui Instagram sta prendendo per le dita milioni e milioni di utenti. Dalla possibilità di scaricare tutti i nostri dati personali nelle mani dell’azienda a quella di personalizzare ancora di più le proprie Stories aggiungendo anche gallerie di foto e video fino ad un restyling intelligente e ancora più semplice della sezione “ricerche”. Stories, explore e personal data, Instagram galoppa velocissimo verso la vittoria. Alzi la mano chi non ce l’ha…

Prima la privacy

Il meteorite Cambridge Analytica caduto nell’oceano dei social network sta generando un’onda sempre più alta. E tra chi n’è rimasto sovrastato, o chi è riuscito a mettersi in salvo gonfiando un salvagente gigante e istantaneo, dipende dai punti di vista, c’è anche Instagram. L’app fotografica più usata al mondo ha seguito l’esempio di Facebook e di WhatsApp e da oggi permetterà al suo quasi miliardo di utenti di scaricare, in sole 48 ore, tutti i dati relativi al proprio profilo: post, commenti, ricerche e conversazioni con altri. Arriva la GDPR e tutti corrono… a migliorare i propri servizi sulla privacy, insomma. Il nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati, che è alle porte, prevede alcuni obblighi per i fornitori dei servizi Internet, tra i quali la possibilità di scaricare una copia dei dati relativi ai nostri account depositati sui loro server. E allora Instagram rende tutto il più semplice possibile. Basta andare sul sito internet dell’azienda, effettuare il log-in con nome utente e password. Una volta entrati, servirà cliccare sulla rotella dell’ingranaggio in alto a destra e per poi toccare la sezione “Privacy e Sicurezza”. Scorrendo tra le opzioni che appariranno spostarsi su “Download dei dati”, immettere il proprio indirizzo mail e Instagram invierà “entro 48 ore” un file con tutti i dati richiesti: dai commenti lasciati sotto la foto di un amico ai cuori regalati ad attori o attrici fino alle foto caricate, ai messaggi diretti e alle ricerche effettuate. Insomma, il nostro mondo social dentro ad una mail, nel giro di 48 ore.