In Italia esiste solo una persona che sa fare i miracoli: si chiama Lapo Elkann. Lo conosciamo tutti e ha un suo tratto distintivo che ci consente di adocchiarlo a miglia di distanza e di riflettere sui talenti della vita. Il settimanale Oggi comunica che è appena riuscito a distruggere la sua Ferrari da “fermo”. Danni per 30mila euro. Cose che solo agli eletti riescono. Ma la vita di Lapo è disseminata di angoli virtuosi: prima si è fatto personalizzare la grammatica italiana, eliminando per esempio la consecutio e creando nuove parole più adatte al suo stile. Poi ha personalizzato i vestiti, le scarpe, gli occhiali. Per non parlare delle amicizie. È sua – da tycoon dell’industria – l’idea di lanciare prodotti assurdi senza mai riuscire a far fallire veramente le aziende che mette in piedi. È un tipo che riesce ad avere l’influenza senza febbre, fare sesso senza sesso, essere ricco da squattrinato e procurarsi un incidente stradale avendo la prima marcia innestata e il motore spento. Lapo è un mistero. Santo subito.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Luigi Di Maio e Matteo Salvini, i nuovi ricicloni – L’Istantanea di Caporale

prev
Articolo Successivo

Di Maio e Salvini, come i pifferi di montagna. Andarono in Molise per suonare e furono suonati – L’istantanea

next