“Es braust unser Panzer”. Cioè “il nostro carro armato sta ruggendo”. È la scritta apparsa sullo stipite della porta di uno dei bagni di Montecitorio, sede della Camera dei deputati. Si tratta di un verso tratto dal Panzerlied, uno dei più conosciuti canti intonati durante la seconda guerra mondiale dalle forze armate della Germania nazista, la Wehrmacht. Sopra la frase, incisa nel legno, una svastica. Alla trovata ha voluto replicare sullo stesso stipite un altro incisore ignoto il quale, sotto il verso in tedesco ha aggiunto un “ma vai a cagare”.