Il presidente della commissione Lavoro all’Ars, Luca Sammartino del Pd, è indagato dalla Procura di Catania nell’ambito di un’inchiesta su presunte irregolarità in un seggio speciale allestito nel centro assistenza per anziani Maria Regina di Sant’Agata li Battiati per le scorse elezioni regionali in Sicilia, in cui il candidato del Pd ottenne 32mila preferenze. Sono complessivamente nove, riporta il quotidiano La Sicilia, le persone iscritte nel registro degli indagati. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono “errore determinato dall’altrui inganno” e “falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale”.

Le indagini della Digos, con accertamenti tecnici eseguiti anche dalla Polizia Postale, erano state avviate dopo il video pubblicato su un social network da un uomo che contestava il voto espresso dalla madre, interdetta, senza che nessuno degli figli avesse firmato la necessaria autorizzazione.

La notizia è confermata dallo stesso Sammartino con una nota a La Sicilia in cui sottolinea che l’inchiesta riguarda “presunte irregolarità elettorali accadute in occasione delle ultime elezioni regionali e relative a un solo seggio elettorale su oltre mille sezioni della relativa circoscrizione”. “La diffusione di queste notizie – sottolinea – si riferisce a fatti e verifiche disposte diversi mesi addietro e che la magistratura sta doverosamente vagliando cosa possa essere accaduto, semmai accaduto, attesa la mia assoluta estraneità e mancata conoscenza di ogni risvolto concreto e ciò in quanto non mi sono mai occupato (e non mi occupo) di ciò che avviene in ogni singolo seggio elettorale”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Assegno di mantenimento, da oggi chi non versa tutto il dovuto all’ex coniuge e ai figli rischia il carcere

next
Articolo Successivo

No Tav, raccontò irruzione di manifestanti nella sede di una società: giornalista condannato per violazione di domicilio

next