“Sui capigruppo tempo al tempo: domani ne discuteremo e sono certo che arriverà una soluzione condivisa. Per quanto riguarda la costruzione di una maggioranza, ormai fa sorridere questa storia del Pd sull’Aventino: ricordo a tutti che cinque anni fa quando all’indomani del voto chiedemmo aiuto ai 5 Stelle, loro dissero no nettamente. Gli elettori in qualche modo vanno rispettati: il 4 marzo hanno stabilito che non tocca a noi indicare quale dev’essere la linea per governare il paese”. Lo ha detto Matteo Colaninno, deputato del pd, fermato dai cronisti davanti a Montecitorio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Governo, Orfini: “Noi all’opposizione. Ma dopo averlo deciso larga parte dei dirigenti Pd hanno preso linea opposta”

next
Articolo Successivo

Forza Italia, volano stracci. De Girolamo: “Brunetta e Romani? Anni di decisioni sbagliate”

next