Giornata di incontri frenetici condotti dal Movimento 5 Stelle. Gli accordi sulle presidenze delle due Camere sembrano essere chiusi, perché – rivela Paolo Romani – abbiamo parlato dei profili degli uffici di presidenza (quattro Vicepresidenti, tre Questori ed otto Segretari d’Aula, ndr) in termini quantitativi”. Romani precisa: “I nomi riguardano i leader dei partiti – ma il metodo sarà incentrato sul numero di seggi conquistati dai singoli partiti. Oggi – conclude l’azzurro – il mio nome per la Presidenza del Senato non era oggetto della discussione”. Criptico Danilo Toninelli all’uscita dall’incontro con gli azzurri (e prima di vedere i rappresentanti di Leu): “Stiamo discutendo degli uffici di presidenza e lo stiamo facendo con tutti perché vogliamo rispettare il voto popolare e quindi far comprendere a tutti che a quelli che gli spettano, che hanno preso un po’ di voti, cosa che non è stata fatta nel 2013”. Intanto al Palazzo dei Gruppi parlamentari è arrivato anche Davide Casaleggio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Centrodestra, Centinaio: “Berlusconi si abitui, non più leader”. “I ruoli sono cambiati, ma importante sentire tutti”

prev
Articolo Successivo

M5s, Sarti rientra nel gruppo (in attesa dei probiviri). E Caiata: “Confido nel reintegro. Voterò comunque fiducia a M5s”

next