L’auto usata? Continua ad essere la scelta preferita da milioni di italiani. Basti pensare che secondo i dati dell’Unrae, l’associazione dei costruttori esteri operanti in Italia, nel 2017 per ogni nuova auto immatricolata se ne sono vendute 1,5 di seconda (o anche più) mano. Anche se bisogna considerare che il canale più battuto in questo senso è quello dei privati (96%), dunque quell’1,5 diventa 2,5.

Insomma, la domanda di usato c’è ed è pure forte. E alle forme tradizionali come la compravendita tra privati o tramite concessionari si aggiungono anche quelle delle autoimmatricolazioni e dei noleggi. L’importante come sempre è fare un “affare”, ovvero trovare il giusto mezzo al giusto prezzo con le  garanzie di sicurezza e affidabilità.

In quest’ottica, è anche utile avere i mezzi opportuni a disposizione. Come ad esempio il salone del Veicolo d’Occasione che si svolge nella capitale, alla Fiera di Roma, dall’8 all’11 marzo. Una manifestazione realizzata con la collaborazione dell’ACI e “figlia” della IFEMA, la fiera di Madrid che già da 21 anni propone una kermesse del genere in Spagna.

La formula è abbastanza semplice ma efficace: un’area di 10.000 metri quadri interni e 5.000 esterni, 300 auto d’occasione di tutti i tipi, con la possibilità di effettuare test drive e usufruire del lavoro di start up con servizi e soluzioni automotive. Il tutto al fine di trovare, per chi ne avesse bisogno, una vettura usata certificata e garantita da ACI Global: tutti i veicoli esposti sono infatti passati attraverso un “CheckUp di ammissione all’Esposizione”.

Per agevolare le eventuali compravendite, infine, proprio l’Aci ha allestito uno sportello temporaneo del PRA insieme con Sara Assicurazioni. I visitatori che lo desiderassero potranno dunque scegliere, provare, comprare, sbrigare tutte le pratiche ed uscire dalla Fiera con la loro nuova auto d’occasione. E magari contribuire in questo modo a svecchiare il parco auto circolante in Italia, che attualmente ha un’età media superiore ai 10 anni.