Il caso Rimborsopoli del M5s? C’è un problema strutturale nei Cinque Stelle. Si descrivono sempre fuori in un altro mondo, il mondo dei Cinque Stelle, con la moralità Cinque Stelle, le leggi a Cinque Stelle, ma se fai così devi farti anche la Guardia di Finanza Cinque Stelle e i Carabinieri Cinque Stelle“. Sono le parole pronunciate a Dimartedì (La7) da Pier Luigi Bersani, candidato di Liberi e Uguali. “Si può essere perbene anche nel mondo di tutti” – continua – “Si può lavorare per la moralità della politica nel mondo di tutti, per migliorare le cose, senza fare gli arcangeli con la spada sguainata, perché poi può esserci il boomerang. Mi metto anche nei panni di chi ha versato: come devono sentirsi? Il nuovo va bene, ma il nuovismo generico no, la gente vuole che i problemi si risolvano”. E aggiunge: “Quando nacque il M5s con quell’avanzata travolgente, io dissi a qualcuno di loro di andare a cercare su Wikipedia il diciannovismo. Un movimento che nasce così impetuosamente può prendere qualsiasi direzione. Io, ad esempio, ho salutato positivamente il fatto che prendessero una direzione istituzionale. Lì dentro” – continua – “c’è tanta roba diversa. E mi auguro che l’evoluzione del M5s vada nella direzione di un dibattito interno, per chiedersi dove alla fine gireranno la testa, perché c’è una destra e una sinistra: decidano che strada prendere. Spero che prendano una piega positiva, e devo dire che io su questo sono più fiducioso di tanti altri”