I motori tradizionali? Per loro c’è ancora spazio. Almeno stando ai risultati di una ricerca portata avanti da Ipsos MORI e Mazda, che ha preso in considerazione un campione di oltre 11 mila persone in diversi paesi europei riguardo al futuro dei propulsori a combustione, “insidiati” dalla crescita dell’ibrido e, in un futuro più lontano, dell’elettrico.

Ebbene, il 58% degli intervistati ha dichiarato di credere che i motori diesel e a benzina abbiano ancora molti margini di innovazione e miglioramento. Con punte del 60% in Germania, Spagna e Svezia, e addirittura del 65% in Polonia.

Nello specifico, il 31 per cento degli automobilisti del vecchio continente si augura che il diesel “continui ad esistere” nonostante l’ascesa delle vetture con elettrificazione della trazione. E un terzo esatto di loro dichiara che, se i costi di mantenimento rimanessero uguali a quelli di un’auto elettrica, continuerebbero a preferire motorizzazioni diesel o a benzina. Percentuale, questa, che in Italia sale di parecchio: 54%.

Ma gli automobilisti europei sono scettici anche riguardo a quella che potremmo definire la moda del momento, ovvero la guida autonoma. Solo un terzo di loro, infatti, saluterebbe con entusiasmo l’arrivo su larga scala di vetture self-driving. Particolarmente guardinghi inglesi e olandesi, la cui percentuale di gradimento scende al 25%. Nel complesso, infine, il 69% si augura che le future generazioni possano continuare a scegliere di guidare la propria auto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Daimler, chiede scusa alla Cina per aver usato una frase del Dalai Lama

prev
Articolo Successivo

4L Trophy, al via il rally di beneficienza per i bambini africani. Partecipano anche tre italiani – FOTO

next