H&M nella bufera social. La grande catena di abbigliamento low cost è diventata oggetto di discussione sui social network per via di uno scatto usato per la vendita di una felpa da

 

bambini. Nell’immagine si vede un bimbo di colore che indossa una felpa verde con la scritta “The coolest monkey in the jungle” (“La scimmia più cool nella giungla“). In molti hanno definito lo scatto “razzista” e “di cattivo gusto”, tanto che dal colosso svedese sono arrivate le scuse e, subito dopo, la pubblicità è stata ritirata. “Ci scusiamo con chiunque si sia sentito offeso”, ha commentato l’azienda. Che ha ‘rimediato’ pubblicando la sola foto della felpa scattata in still life.

Critiche e proposte di “boicottaggio” sono arrivate da ogni parte del mondo, e hanno costretto H&M a ritirare lo scatto. Ma c’è stato anche chi ha deciso di prendere le difese del colosso svedese, affermando che si sia trattato di una “leggerezza” senza scopi razzisti e chi invece ha affermato di vedere una chiara volontà di H&M si far parlare di sé attraverso questa immagine.