Nelle immagini girate lo scorso 7 dicembre nei cieli della Siria, nella provincia di Deir Ezzor, si vede un top gun russo a bordo di un Sukhoi Su-30. Di scorta ad un aereo da trasporto, il jet si avvicina al portellone pochi istanti dopo il lancio di cinque enormi casse. Nel video, il pilota punta il muso del jet verso la telecamera che lo inquadra dall’interno del cargo, mantenendo la posizione per quasi un minuto. Poi vira e in picchiata si allontana sotto gli sguardi stupiti dell’equipaggio dell’aereo

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Violenta reazione a un controllo di polizia, l’agente se la vede brutta e il collega spara. La Florida apre inchiesta

prev
Articolo Successivo

Libia, la denuncia di Amnesty: “Governi Ue complici della tortura e degli abusi commessi sui migranti”

next