Nadia Toffa non è in pericolo di vita. Lo si è appreso da fonti vicine alla paziente. L’inviata de Le Iene avrebbe passato una notte tranquilla, è vigile e cosciente. Oggi è prevista per lei una giornata di esami e controlli. In casi del genere, le novità cliniche sulla prognosi sono attese non prima di 24-48 ore. Resta in rianimazione neurochirurgica al San Raffaele, dove a stata trasferita nella notte con elisoccorso e con trasporto protetto. A seguirla sono il primario Luigi Beretta e il neurochirurgo Pietro Mortini.

Tanti i messaggi di vicinanza e incoraggiamento sui social network, di chi augura alla Toffa una pronta guarigione. E anche la presidente del Friuli Venezia Giulia, e componente la segreteria nazionale del Pd, Debora Serracchiani, le augura “di guarire e di tornare presto a fare i suoi servizi con le Iene. E’ una ragazza tosta e alla politica non fa male essere messa sotto pressione anche con modi scomodi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nadia Toffa, malore per la conduttrice de Le Iene: “E’ grave. Patologia cerebrale in fase di definizione”

next
Articolo Successivo

Animal Cinema, quando cani, polipi, scimmie e orsi diventano registi di un film

next