Altro che fake news, Carlo Conti inaugura le ‘quiz news’. Ecco l’idea: promuovere le iniziative di governo durante un quiz televisivo di successo su RaiUno, in fascia preserale. Dove non arriva il Tg1 si spinge un quiz molto popolare condotto da un personaggio altrettanto popolare.

Ecco cosa è accaduto: puntata dell’Eredità di giovedì 16 novembre. Al minuto 41 della trasmissione, Carlo Conti lancia questa domanda nella categoria “Curiosità”: “Chi ha compiuto 18 anni nel 2016 ha potuto richiedere un bonus di 500 euro da spendere in cosa?”. Le opzioni sono 4: console per videogiochi, corsi di guida sportiva, libri e ingressi alle mostre, viaggi all’estero.

Il concorrente – puntualissimo – risponde correttamente: libri e ingressi alle mostre.

A quel punto il conduttore indugia nella spiegazione della risposta e spiega nel dettaglio che il Bonus Cultura 2017 (del valore di 500 euro per i consumi culturali introdotto dal governo Renzi per i 574mila ragazzi che hanno compiuto i 18 anni nel 2016) è valido per “biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo; libri, musei, mostre ed eventi culturali, parchi naturali etc… ” e continua “se non ricordo male, è confermato anche nella nuova legge di bilancio per i nati del ’99”.

D’accordo, è vero che all’inizio del programma compare la dicitura che “durante la trasmissione saranno inseriti messaggi pubblicitari”. Ma questa io la chiamo propaganda, propaganda di governo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pop Vincenza, Fnsi e Alg: “Sconcertante” acquisizioni materiali e sequestro pc dei giornalisti Bonazzi e Borzi

prev
Articolo Successivo

Fausto Brizzi, quello delle Iene è un processo mediatico? A casa mia si chiama informazione

next