Allarme maltempo in tutto il nord Italia. Allerta per l’acqua alta a Venezia. Il Centro previsioni e segnalazioni maree del Comune ha previsto per questa sera, alle ore 23.45, una punta massima di marea di 110 centimetri (codice arancio). Per il pomeriggio di oggi, come si legge ancora sul sito dell’amministrazione comunale, si attendono “precipitazioni intense”.

Intanto all‘Isola d’Elba, a causa del vento forte un albero è caduto sopra un’auto a Marciana. A bordo si trovavano una ragazza con la madre: entrambe le donne sono rimaste ferite in modo non grave anche se per liberarle è stato necessario l’intervento dei Vigili del fuoco. Piogge che hanno investito anche la Liguria, dove è stata emanata un’allerta meteo gialla per tutta la giornata, con 300 millimetri di pioggia caduti tra Savona e Genova. “Ci aspettiamo ancora precipitazioni diffuse” – ha dichiarato il presidente della regione Giovanni Toti – “È una buona mattinata perché si è confermata la capacità puntuale di previsione del sistema. Non abbiamo avuto danni ingenti, a parte qualche smottamento”. La Protezione civile aveva fissato un livello di allarme arancione, ma non si sono registrati grossi problemi grazie ai forti venti che hanno spostato le perturbazioni in mare, “a circa 10km al largo delle coste”, ha precisato Sergio Gambino, consigliere con delega alla protezione civile del comune di Genova.

Un violento nubifragio si è abbattuto anche su Roma. Chiuse quattro stazioni della metro A: Cinecittà, Lucio Sestio, Colli Albani e Battistini. La sfida del campionato di calcio tra Lazio e Udinese è stata rinviata a data da destinarsi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Stupro Roma, il padre di una delle vittime: “Ho portato io le foto di quel ragazzo ai carabinieri”

prev
Articolo Successivo

Chievo-Napoli, raid di 40 ultras campani contro un bar. Il proprietario: “Sprangate e dehor devastato. Un inferno”

next