Mercedes non perde il vizietto di stuzzicare i “nemici” storici della Ferrari. Dopo aver conquistato il titolo mondiale di Formula Uno in Messico, ecco puntuale (i tedeschi lo fanno da tre anni a questa parte…) la video-provocazione ai rivali postata sulle pagine social della filiale italiana della Stella: “Modena: h.6.30”, comincia così il tributo alla vittoria Mercedes, che fa viaggiare una AMG GT R (bolide verde metallizzato da 585 cavalli) sui luoghi cari alle Rosse: dalla pista fin davanti all’ingresso del quartier generale Ferrari. Chiudendo con un cartello stradale recante la scritta “Maranello” barrata in rosso e la scritta eloquente “Il valore di una vittoria è nella grandezza degli avversari”. Un riconoscimento doveroso, seppur nello sfottò. Sfottò a cui, come del resto fatto in questi ultimi anni, la Ferrari ha deciso di non rispondere. In attesa di farlo (alla gestione pre-Marchionne si imputavano proprio le mancate vittorie, ma la musica non è cambiata…) adeguatamente in pista il prossimo anno. Come sottolineato nello stesso video, “La sfida continua nel 2018”.