Ci era già cascata lo scorso 30 settembre, durante il talk show politico Otto e Mezzo (La7). Dinanzi un ilare Emanuele Fiano (Pd) e un rassegnato Ernesto Galli della Loggia (Corriere della Sera), la deputata di Forza Italia Daniela Santanchè, nello stigmatizzare lo Ius Soli e i suoi presunti pericoli, aveva denunciato: “I cittadini che in tutti questi anni hanno fatto i più grandi attentati erano cittadini francesi, belghi, inglesi“. Anche oggi, nel corso di Tagadà (La7), la parlamentare è incespicata nella stessa gaffe. Discordanti anche i dati sulle cittadinanze date dall’Italia agli stranieri. Se due settimane fa erano 360mila, oggi il numero diventa 396mila-400mila. Il resto della argomentazioni propugnate da Daniela Santanchè il 30 settembre e nella puntata odierna di Tagadà combacia perfettamente: “Noi parliamo di gente che chiede la cittadinanza, ma non ha nessuna voglia di integrarsi in Italia. Anzi, combatte il nostro Paese”