Rosatellum? È una schifezza incostituzionale che darà vita a coalizioni infinite. Ci saranno le liste degli esodati, le liste degli animalisti, Berlusconi non si alleerà solo con Salvini o con la Meloni, ma farà anche la lista Forza Silvio o la Lista Forza Dudù“. Sono le parole pronunciate ai microfoni di Ecg Regione (Radio Cusano Campus) dal deputato del M5s, Danilo Toninelli, a proposito della nuova legge elettorale. “Con il Rosatellum è sufficiente prendere una manciata di voti per portare a casa seggi” – continua – “E qual è l’unica forza politica che non si coalizza e che soprattutto non fa liste civetta? Noi. Brunetta ci ha invitato ad allearci con la Lega? Gli consiglio di fare una pausa dalla politica. Quando uno come lui, che fa politica da quando è nato, prenderà una pausa e farà una passeggiata al mercato o nelle vie popolari, senza scorta e senza auto blu, forse si accorgerà che fuori dai palazzi il mondo gira diversamente. Noi con la Lega non c’entriamo una mazza“. Toninelli poi si sofferma sulla kermesse riminese di Italia 5 Stelle: “Il M5S è una famiglia che ha più di 2000 portavoce a tutti i livelli istituzionali, decine di migliaia di attivisti e milioni di persone che ci credono. Il Movimento è unito. Nel nostro contesto il punto di riferimento, il faro di tutto, è il programma. La stampa deve iniziare a rispettare il M5S perché rappresentiamo la prima forza politica, con milioni di persone che hanno affidato a noi le proprie speranze. Mi sono stancato di leggere quei titoli che raccontano di costanti divisioni nel Movimento. Le idee, gli ideali, i programmi, non si dividono. Non si può parlare di scissione nel M5S”. E su Di Maio aggiunge: “È il capitano di una squadra di ministri con cui noi ci presentiamo ai cittadini. Per la prima volta una forza politica si presenta con un programma costruito dal basso, votato da tutti quelli che credono nel Movimento e concretizzabile. Le altre forze politiche del programma se ne sono sempre fottute. Di Maio è il responsabile dell’attuazione del programma, colui che indicherà la linea politica del M5S. Beppe Grillo rimane il garante dei principi e delle fondamenta di tutto quello che siamo”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

M5s, gli espulsi: “Noi più famosi di Di Maio: per cacciarci votarono più persone”

prev
Articolo Successivo

Commissione inchiesta banche, Casini esorta i colleghi: “Dovremo lavorare anche il lunedì e il venerdì”. E ai cronisti non risponde

next