La Croce Rossa Italiana, in vista dell’anniversario del terremoto che ha colpito il Centro Italia lo scorso anno, lancia attraverso un video la campagna social #InSilenzio. Il 24 agosto, a un anno dal sisma, la Cri vuole però osservare una giornata di silenzio in segno di profondo rispetto nei confronti della tragedia che ha colpito Amatrice, Arquata, Accumoli, Pescara del Tronto e le zone limitrofe. Con i suoi volontari e operatori, la Cri è intervenuta sin dai primi momenti nei luoghi del sisma e ancora oggi è impegnata nel lavoro di ricostruzione non solo degli edifici ma anche e soprattutto del tessuto sociale delle comunità colpite. “Il 24 agosto agosto restiamo insieme, #InSilenzio” è il messaggio che chiude il video, coprendo l’immagine di un volontario che cammina tra i resti di Amatrice. La campagna di sensibilizzazione che parte oggi prevede infatti anche una vera e propria call to action rivolta agli utenti, che saranno invitati a osservare 24 ore di silenzio sui loro profili social, personalizzando l’immagine della copertina con una cornice grafica dedicata all’iniziativa. Così come avverrà su tutti i profili della Croce Rossa Italiana (Facebook, Twitter, Instagram), che rimarranno fermi. All’iniziativa hanno aderito alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport e influencer che sui loro profili pubblicheranno, nei giorni che precedono l’anniversario, un breve video in cui appaiono in silenzio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roma, rubano una Vespa d’epoca ma non si accorgono di essere filmati

prev
Articolo Successivo

Loreto Mare, morire nell’inefficienza della Campania. Uno schifo senza eguali

next