“Il Paese, sui vaccini, è diviso a metà. Per una campagna mediatica, non certo per reale esigenza”. Parola di Paola Taverna, che ha presentato oggi – insieme ai deputati Giulia Grillo e Mirko Busto e ai senatori Luigi Gaetti e Giovanni Endrizzi, il Rapporto salute del Movimento 5 Stelle. Programma “elaborato e condiviso con i cittadini sulla piattaforma Rousseau”. Politiche del farmaco, sanità, e corruzione, medicina territoriale, alimentazione, azzardopatia. Ma non si parla di vaccini. “Perché abbiamo una proposta di legge dedicata”, spiega Taverna. “Domani in aula sul decreto Lorenzin i cittadini sapranno che il M5S è dalla parte della trasparenza e della comunicazione, non certo coercizione o obbligo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pd, Matteo Richetti sarà responsabile della comunicazione. GD: “Bene, ma serve svolta su social network e immigrazione”

next
Articolo Successivo

Ddl antifascismo, Bersani: “Legge liberticida? M5S mi stupisce. Ma tutti tirano a destra, fossero solo loro…”

next