Il vice presidente della Camera, Luigi di Maio, non approva il modo con cui il Governo ha scelto di salvare le popolari venete, Veneto Banca e Popolare di Vicenza. “Non si stanno aiutando gli imprenditori – ha detto stasera, durante un dibattito pubblico a ‘Garda d’autore’ – si stanno aiutando i manager accusati di ‘bancarotta fraudolenta’. E’ sempre una questione di scelte politiche”. In una successiva intervista, sullo stesso palco, ha risposto Giancarlo Giorgetti: “La Lega Nord non c’entra nulla con la vicenda delle banche venete, e ricordo che nessuno di noi era nei cda dei due istituti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sondaggi, crollo del Pd ma cala anche il M5S: è di nuovo testa a testa. Sorpasso della Lega Nord su Forza Italia

next
Articolo Successivo

Legge elettorale, Prodi: “Servono gli accorpamenti contro la frammentazione”

next