Il fondatore e leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo ha votato in mattinata a Sant’Ilario, a Genova Nervi. Ai giornalisti riserva il solito trattamento: “Dovete sbloccare la democrazia andando in un altro Paese”. Poi, dopo aver fatto il suo dovere di cittadino, incontra un sondaggista dell’Istituto Piepoli che raccoglie indicazioni di voto per gli exit poll che usciranno appena terminate le votazioni ai seggi. Grillo, ancora circondato dai giornalisti, si rifiuta di compilare il modulo: “Poi magari ci mettiamo in un posto…”. E il sondaggista: “Come ci mettiamo in un posto? Lei che è sempre per la trasparenza mi propone di spostarci in un posto?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni Padova: si ricandida Bitonci, il sindaco allergico alla stampa

next
Articolo Successivo

Amministrative 2017, ad Avola il figlio del boss fa propaganda per il candidato: “Chi è nostro amico non ci volti le spalle”

next