Botta e risposta tra il direttore del FattoQuotidiano.it Peter Gomez e l’ex parlamentare di An Italo Bocchino a Piazza Pulita (La7), coinvolto nelle intercettazioni del caso Consip, in cui gli viene attribuita la frase “l’ ultima volta che ho incontrato Renzi“, attribuita dal capitano del Noe Giampaolo Scafarto all’ imprenditore Alfredo Romeo. Bocchino ribadisce di non conoscere Carlo Russo e che il rapporto con Romeo era di consulenza formale. Gomez contesta all’ex parlamentare di aver avuto rapporti con un imprenditore che ha finanziato la Democrazia cristiana con 5 miliardi: “E’ questo il suo livello di moralità?” chiede il direttore al quale segue l’immediata replica di Bocchino: “Ho fatto il consulente per un imprenditore incensurato e definito corruttore dal suo giornale quando fu arrestato e poi assolto e al quale Il Fatto Quotidiano ha chiesto scusa”. “Bocchino lei non mi convince su una cosa – conclude Gomez, che aggiunge – Ha definito millantatore Carlo Russo. Dopodiché un signore le dice, dagli centomila euro ma a poco a poco fino a che non ti porta la cartuccella così vediamo cosa porta a casa. Un signore di 30 anni che l’unico legame che avesse era con Tiziano Renzi. Lei è troppo furbo per non capire cosa significava tutto questo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Consip, Mieli difende Travaglio: “Da lui sorprese positive”. Renzi: “Quelle le voglio solo nell’uovo di Pasqua”

prev
Articolo Successivo

M5S, Taverna: “Romeni criminali? Ha ragione Di Maio: sono fatti. E’ un complimento alla Romania”

next