Polemica accesa a Omnibus (La7) tra Guido Crosetto, fondatori di Fratelli d’Italia, e il deputato di Civili e Innovatori, Gianfranco Librandi, sull’ultima tragedia in Siria. Il parlamentare annuncia la conferenza di Bruxelles sulla Siria ed esprime l’auspicio affinché il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, faccia tutto il possibile per trovare un tavolo di pace. “L’Italia non può fare nulla da sola, perché non conta niente a livello internazionale”, commenta Crosetto. E Librandi insorge, mormorando: “Ma non dire stupidaggini. Sempre a parlare male dell’Italia”. L’ex sottosegretario dalla Difesa replica: “Da sola l’Italia, come la Spagna o la Francia o la Germania, non conta nulla a livello internazionale”. “Noi abbiamo ospitato tanti siriani” – interrompe Librandi – “e non ci siamo svegliati stamattina. Forse qualcuno di voi adesso dice: ‘Oh, che orrore’. Noi stiamo facendo tanto per l’ospitalità”. A intervenire per tirare le fila della vera questione dibattuta è la stessa conduttrice, Gaia Tortora, ma Crosetto precisa: “Librandi, intanto non sono qui per fare politica, quindi tranquillizzati. Non rappresento nessun partito. Lasciami parlare, perché la tua arroganza già non la sopporto quando la vedo e non sono presente. Figurati quando sono presente”. L’ex di Scelta Civica insiste e Crosetto sbotta: “L’Italia da sola non conta nulla. Ti do questa drammatica informazione. Sei uno che cerca la polemica per esistere, perché la mai osservazione non era per nulla polemica. Anzi, se c’è uno che ha sempre difeso il ruolo dell’Italia è il sottoscritto”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Pd, Orlando: “Sono rassegnato a essere single. Per un politico è uno svantaggio”

prev
Articolo Successivo

Madia, Montanari vs Morani (Pd): “Esempio di una classe politica indegna”. “Stia attento o verrà querelato, come Il Fatto”

next