La visura di Integritas Capital Limited

Integritas, il fondo misterioso – Insomma – complice l’irrinunciabile privacy – il neo presidente non scioglie nessuno dei dubbi sullo sfondo della cessione del Palermo calcio. Fino a oggi, tra l’altro, ha sollevato interrogativi persino il comunicato stampa diffuso dalla società per presentarlo, in cui viene definito “membro fondatore e rappresentante di Integritas Capital”. Di che si tratta? “L’obiettivo è da sempre stato quello di individuare opportunità nei mercati liquidi e capitalizzare sul re-adjustment dei prezzi”, faceva sapere sempre la società siciliana: una descrizione che non suona esattamente come illuminante. Soprattutto perché a una prima verifica i giornali sportivi si sono imbattuti in Louis Frost, presidente del fondo Integritas capital, che ha smentito qualsiasi contatto con Paul Baccaglini: “Non c’entra nulla con noi, non è un nostro affiliato”. Un esordio non esaltante per il neo patron del Palermo, che ha impiegato qualche ora per rettificare: di fondi Integritas Capital, sostiene Baccaglini, nel mondo ne esistono almeno quattro, quindi a disconoscerlo come affiliato era stato il presidente di un fondo omonimo.

La visura di Integritas Capital Management

Società inattive e pochi spiccioli – E a spiegare quale fosse il suo di fondo ci ha pensato lo stesso Baccaglini in conferenza stampa: si tratta di Integritas Capital, società a responsabilità limitata con sede in una cittadina del Kent inglese. Tutto risolto dunque? Ma neanche per idea. Basta farsi un giro sul sito della società – il cui dominio, difficilmente identificabile, è stato indicato dallo stesso neo patron rosanero– per accorgersi che il fondo ha un portale a inviti. “Vi preghiamo di inviarci una mail se desiderate informazioni sui nostri servizi”, c’è scritto in home, l’unica pagina consultabile, dove si dà l’annuncio tanto atteso. “Integritas Capital Management è lieta di confermare la nomina di Paul Baccaglini come presidente del Palermo Fc. Paul è socio fondatore di Icm, una società di consulenza finanziaria privata, che facilita la partecipazione in discrete opportunità di investimento preferenziali. Per ulteriori informazioni si prega di inviare una mail o in alternativa scrivere a info@palermocalcio.it”. In calce compare la firma di Paul Fleming, fondatore e socio di Integritas Capital, che però è una “dormant company”, cioè una società inattiva dal 30 novembre del 2015, nata il 18 giugno del 2014 con 1.000 sterline di capitale, diventate 1.250 il 23 giugno del 2016. Basta fare una visura sul database delle società del governo inglese per accorgersi che tra i soci di Integritas non c’è Baccaglini, ma oltre a Flemming, inglese di 55 anni, figura solo Anthony Birrel, australiano classe 1983 domiciliato a Londra. I due fanno parte anche di un’altra società quasi omonima: la Integritas Capital Management, altra “dormant company”, con capitale sociale fermo a quota mille sterline dal primo giugno del 2015. In questa seconda esperienza Flemming e Birrel, erano affiancati anche da un’altra società, oggi chiusa: la Kapana international, con sede alle Seychelles.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dieselgate, nel report finale del ministero altre omissioni e un’ammissione: ‘Auto analizzate da Cnr e Fiat Chrysler’

next
Articolo Successivo

Sole 24 Ore, nominato Guido Gentili ad interim. Napoletano in aspettativa per sei mesi

next