Due società con meno di tremila sterline di capitale, una cifra misteriosa che dovrà in qualche modo passare di mano per la cessione, un nuovo presidente con un effervescente passato da uomo dello spettacolo e un curriculum da uomo d’affari sul quale pesa più di un’incognita. Sembra uno scherzo televisivo, una boutade ben organizzata a favore di telecamera, una situazione paradossale che poteva andare in scena soltanto nella città che ha dato i natali a Giuseppe Balsamo, e cioè il fantomatico conte di Cagliostro. E invece è la mera cronaca di quello che sta succedendo a Palermo, dove qualche settimana fa Maurizio Zamparini aveva annunciato di essersi dimesso da presidente della squadra di calcio cittadina. “Entro quindici giorni verrà nominato un nuovo numero uno, che è membro e rappresentante di un fondo anglo-americano“, faceva sapere la società siciliana con una nota del 27 febbraio. Un buon segnale per la tifoseria rosanero, da tempo in guerra con il patron della squadra, che sembra ormai destinata alla retrocessione in serie B.

Il tatuaggio con lo stemma del Palermo

Il nuovo presidente: Baccaglini chi? – E invece a quelle ore di ottimistiche speranze sono immediatamente seguiti giorni avvolti dagli interrogativi. Sì, perché al momento della presentazione dei nuovi proprietari, a Palermo non si è materializzato un finanziere cresciuto nella city londinese e nemmeno un avvocato con studio a Wall Street. Al contrario il nuovo presidente della squadra siciliana è Paul Baccaglini, italo americano di 33 anni, ex giocatore di basket, noto fino a quel momento solo per la sua esperienza alle Iene, la trasmissione di Mediaset che lo inviava in piazza Montecitorio a prendere in giro parlamentari rei di non conoscere lo slang giovanile. Unanimi le domande che si sono sollevate in città: che c’entra questo giovane collezionista di tatuaggi – dice di averne più di sessanta- con un’operazione finanziaria che secondo indiscrezioni vale almeno 200 milioni di euro? Che c’entra questo ex dj, noto per la sua relazione con l’ex velina Thais Wiggers, con la presidenza di una squadra di calcio di serie A? Ma soprattutto: questo Baccaglini come intende finanziare la società rosanero, che soltanto di stipendi dei calciatori spende venti milioni di euro all’anno?

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Dieselgate, nel report finale del ministero altre omissioni e un’ammissione: ‘Auto analizzate da Cnr e Fiat Chrysler’

prev
Articolo Successivo

Sole 24 Ore, nominato Guido Gentili ad interim. Napoletano in aspettativa per sei mesi

next