È un 36enne originario dell’ex Jugoslavia e che vive a Wuppertal, nell’ovest della Germania, l’uomo arrestato a Düsseldorf per l’aggressione di ieri con l’ascia tra la metropolitana e la stazione dei treni. L’uomo ha problemi psichici, secondo quanto ha spiegato la polizia locale.  Per sfuggire agli agenti, è saltato giù da un ponte ferendosi gravemente. Gli investigatori hanno escluso che si sia trattato di un’azione terroristica. Il bilancio è di sei feriti, nessuno si trova in pericolo di vita. Le immagini mostrano i primi minuti successivi all’aggressione, con alcune persone ferite a terra e molta paura tra i viaggiatori.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ponte crollato, le ipotesi degli esperti: trave non ha retto o problema di pressione idraulica ai macchinari

prev
Articolo Successivo

Crollo A14, il pm valuta di indagare per disastro colposo. Riaperta la circolazione in entrambe le direzioni

next