“I primi figli sono più acuti e intelligenti dei loro fratelli perché ricevono più stimoli nei loro primi anni di vita e ottengono punteggi migliori nei test sul quoziente intellettivo“. Lo sostiene uno studio dell’università di Edimburgo pubblicato sul Journal of Human Resources. I ricercatori dell’ateneo scozzese hanno analizzato, insieme ai colleghi dell’università di Sydney, i dati di 5mila bambini a cui sono stati assegnati dei test in cui erano chiamati a riconoscere e abbinare lettere, leggere singole parole e disegnare dei vocaboli ogni due anni fino al compimento del quattordicesimo compleanno, e hanno poi utilizzato i risultati in relazione al comportamento dei genitori.

Hanno così osservato che i primogeniti avevano avuto più supporto nei compiti che implicavano pensiero e riflessione, ottenendo così dopo migliori punteggi nei test. Le differenze, poi, sono aumentate leggermente con il progredire dell’età. Tutti i piccoli hanno ricevuto lo stesso livello di supporto emotivo, ma sia mamma che papà sembrano aver trascorso meno tempo nel fare attività che stimolano il cervello con i figli più piccoli, come lettura, musica e attività manuali. Inoltre, dopo la nascita degli altri figli, i genitori sono più propensi ad assumere comportamenti più rischiosi, come fumare di più. Differenze che, secondo la coordinatrice dello studio, Ana Nuevo-Chiquero, possono aiutare a spiegare i risultati distinti ottenuti nell’educazione e il lavoro in età adulta.

Precedenti studi hanno infatti dimostrato che i primi hanno più successo e sono più ambiziosi. Una ricerca dell’università dell’Essex rilevato che all’interno di una famiglia, i primi figli hanno il 16% di possibilità in più di avere un’istruzione migliore.

L’abstract dello studio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cancro, un batterio della Salmonella utilizzato per uccidere le cellule tumorali

next
Articolo Successivo

Spazio, è online e pubblica la più grande enciclopedia sui pianeti ‘alieni’

next