Trump, Billy Bush e il concetto di popolarità della star. A leggere tutti i giornali italiani all’indomani del video sessista modello “Locker room talk” di Donald Trump sui “privilegi” sessuali di una star, doveva essere la sconfitta definitiva del tycoon alle presidenziali. Ma lo scoop del Washington Post datato 2005 non ha sortito che qualche imbarazzato colpetto di tosse. Nella registrazione audio segretissima, Trump è in compagnia del presentatore tv Billy Bush (parente dei presidenti omonimi ndr) ed elenca una serie di peripezie con le donne (“quella l’ho trattata come una puttana”), fino a quando riferendosi all’attrice Arianne Zucker dice a Bush: “La tua donna ha un bel culo. Prendo delle mentine nel caso dovessi baciarla in scena. Non riesco a trattenermi, le donne le devo baciare, è come un magnete. E quando sei una star loro te lo fanno fare. Puoi fare qualunque cosa. Anche afferrarle per la vagina”. Tra nemmeno venti giorni Trump si insedierà alla Casa Bianca come successore di Barack Obama.

INDIETRO

Ecco i sette scandali hollywoodiani più chiacchierati del 2016

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Donald Henderson, tra i tanti morti illustri del 2016 è lui quello che ha fatto più bene al mondo. Ma non ne parla nessuno

next
Articolo Successivo

Svizzera, marijuana libera nei negozi? No. Profuma come la “cugina illegale” ma è canapa a basso contenuto di Thc

next