C’è chi pensa sia un esponente di Forza Italia, chi lo ricorda come ministro della Giustizia. O chi, addirittura, è convinto che abbia “diminuito il limite di velocità”. In pochi, tra curiosi e cittadini che attendono la fine delle consultazioni al Quirinale, conoscono il possibile premier incaricato Paolo Gentiloni, già ministro degli Esteri nel governo Renzi. La maggioranza ammette di non sapere chi sia. I pochi che lo conoscono lo stroncano come possibile successore di Matteo Renzi a Palazzo Chigi: “Non ha il profilo ideale”. O ancora: “Troppo simile a Renzi”. Solo alcuni ritengono che il titolare della Farnesina abbia “l’identikit ideale”. Qualcun altro azzarda: “Gentiloni? Il meno peggio”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, dopo Matteo l’incendiario il pompiere Gentiloni. L’unico nome comune tra Franceschini, Bersani e Renzi

next
Articolo Successivo

Sondaggi, M5S primo partito con 31,5% stacca di 2 punti il Pd. Restano i tre poli

next