“Troviamo inaccettabile che soldi degli italiani vengano usati per portare in scena uno spettacolo teatrale che più che arte è sembrato essere vera e propria pornografia“. Il deputato di Forza Italia Pietro Laffranco ha presentato un’interrogazione al ministro dei Beni e delle attività culturali, Dario Franceschinisullo spettacolo Schonheitsabend, messo in scena durante il Festival di Terni. Che, prosegue il parlamentare, “è gestito dalla Fondazione Teatro Stabile dell’Umbria, con il contributo e il patrocinio del Ministero oltre che della Regione Umbria e del Comune di Terni” e “di fatto vive solo con fondi pubblici”.

Sul palco la danzatrice Florentina Holzinger, dopo avere indossato un fallo in lattice, ha penetrato il ballerino Vincent Riebeek. Scene di sesso esplicito per le quali il parlamentare di Fi ha ritenuto “doveroso” richiedere chiarimenti al ministro dei Beni culturali “per sapere se intende agire in qualche modo affinché i fondi pubblici non siano utilizzati per proporre spettacoli di dubbia etica e non rispettosi del sentimento comune”. Secondo il parlamentare “la scena ha oltrepassato di gran lunga i limiti della decenza” e per questo ritiene “che sia fondamentale intervenire per evitare che una situazione del genere si ripeta”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Camera, revocato vitalizio a 6 condannati. Ci sono anche Toni Negri e Cesare Previti

prev
Articolo Successivo

Federico Pizzarotti, dopo l’addio a M5s organizza rete per sindaci: “Elezioni? Mai con il Pd”

next