C’è chi un titolo lo ha già vinto prima di scendere in campo per conquistare il primo trofeo con la sua nazionale. Il re dei giocatori su Facebook è Cristiano Ronaldo. L’asso di Funchal non ha rivali in quanto a like tra le pagine fan sul popolare social network. Sono oltre 112 milioni le persone che hanno cliccato “mi piace” sul suo profilo. Nulla a che vedere con i colleghi, da Mesut Ozil (30 milioni) a Iker Casillas e Wayne Rooney (25 milioni a testa) bisogna metterne insieme almeno cinque per superare lo stuolo di appassionati del numero 7 del Real Madrid. Tutti però stanno contribuendo a innalzare il traffico su Facebook relativo a Euro 2016. Numeri destinati a ingrossarsi con l’inizio della competizione, ma già importanti. Il social inventato da Mark Zukerberg ha calcolato che dal 1° maggio al 7 giugno circa 84 milioni di persone hanno generato 221 milioni di interazioni relative al torneo continentale.

Cinque le nazionali più “chiacchierate’ a livello globale: la Francia, paese ospitante, è seguita da Inghilterra, Russia, Germania e Italia. Ma nello stadio virtuale più grande del mondo, dove ‘tifano’ oltre 650 milioni di appassionati di sport, si parla anche di singoli giocatori e – ancora una volta – la top 5 è dominata da Cristiano Ronaldo, il calciatore che genera più post e commenti su Facebook. Seconda e terza piazza per il capitano della Spagna Sergio Ramos e per il portoghese Nani, seguiti da Gareth Bale e da un altro lusitano, il difensore blanco Pepe.

Molti di loro sono protagonisti anche sui profili delle nazionali, sempre più attivi in queste ore. Molti staff delle squadre, infatti, stanno aumentando i momenti di interazione con i tifosi, portati direttamente nei ritiri e sui campi. Sulle pagine Facebook di Germania e Galles ogni giorno vengono trasmessi dei live durante gli allenamenti; il Portogallo sta invece condividendo con i suoi fan i “dietro le quinte’”delle partitelle di riscaldamento, mentre Inghilterra e Spagna trasmettono le conferenze stampa in diretta. Il Belgio ha deciso di mettere in contatto giocatori e tifosi attraverso delle sessioni di “domande e risposte” simili al “Matteo risponde” ideato da Renzi: gli appassionati chiedono, i Diavoli Rossi rispondono. Senza filtri.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

Europei 2016, la storia del Vecchio Continente attraverso il calcio – 1972, l’ultima Grande Ungheria

next
Articolo Successivo

Europei 2016, l’identikit del tifoso attraverso i social. “Il 67% degli italiani commenta le partite su Whatsapp e il 94% non rinuncia alla scaramanzia”

next