Il filmato girato nelle acque cristalline di Shark Bay, sulla costa occidentale dell’Australia, mostra il banchetto di una settantina di squali tigre attorno a una balena morta. E’ stata una compagnia turistica australiana a pubblicare le immagini riprese da un drone con l’acqua cristallina che ha lasciato il posto al rosso sangue della carcassa martoriata. Non è chiaro se la megattera, lunga 15 metri, sia morta per aver nuotato in acque poco profonde o sia stata uccisa dall’attacco dei pescecani. Il luogo dell’attacco è famoso per ospitare una delle più grandi colonie di squali tigre al mondo

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giro d’Italia, ciclisti inseguiti dai cavalli. L’insolita sequenza ripresa dal team Lampre Merida

next
Articolo Successivo

Il grande squalo bianco salta fuori dall’acqua e attacca la gabbia dei subacquei: illesi

next