Il presidente
I 5Stelle chiedono incontro a Mattarella: “È una Tangentopoli”Il dolore dei familiari, ha dichiarato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, “resta indelebile e negli anni ha alimentato l’aspirazione civile a una autentica rappresentazione dei fatti, capace di scrutare oltre la nebbia che contribuì alla tragedia”. “La perdita di vite umane – continua – ha un peso incommensurabile. La circostanza che il rogo assassino sia avvenuto nella rada di Livorno, non lontano dal porto, e che il soccorso sia riuscito nel salvataggio di una sola persona, costituisce una lacerazione tuttora aperta, di cui è giusto e doveroso tener viva la memoria. La città di Livorno, che della tragedia è stata testimone, ha la passione e l’umanità per non dimenticare”. Le commemorazioni, a Livorno, inizieranno alle 10 con la messa del vescovo e subito dopo con l’inaugurazione di una scultura in ricordo delle vittime.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Moby Prince, la strana corsa record dell’Agip Abruzzo dall’Egitto a Livorno

next
Articolo Successivo

Addio a Emiliano Liuzzi, la lettera della figlia Matilde: “Un anno fa eri tu a piangere il tuo babbo. Che strana la vita”

next