Un nuovo caso di bullismo a Pordenone, vittima una ragazza di 12 anni che ha tentato il suicidio lanciandosi dalla finestra. Servizio Pubblico si era occupato del tema nel maggio dello scorso anno, quando andò in onda la ricostruzione – firmata da Pablo Trincia e Alice Martinelli – del primo caso di cyber bullismo: la storia di Carolina Picchio, 14 anni, che nella notte tra il 4 e il 5 gennaio del 2013 si suicidò buttandosi dal balcone di casa sua a Novara
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, ‘ndrangheta in Emilia: quando il sindaco do Brescello disse: “Il boss Aracri è gentile”

prev
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, io e Ask: il racconto di una vittima di cyberbullismo

next