Una valanga in Svizzera, nel Canton Vallese, ha travolto e ucciso due ragazzi italiani e ferito un terzo loro amico. Le autorità svizzere rivelano che le vittime sono Davide Bottro e Manuel Tarovo, entrambi di 25 anni, di Montescheno, in val d’Ossola. L’amico che si è salvato è Michele Grossi, 24 anni, di Villadossola.

Al momento dell’accaduto si trovavano nella regione del Maderhutte, presso la stazione sciistica di Rothwald, situata nella parte svizzera del passo del Sempione dove erano andati a sciare. I tre amici erano partiti per una escursione in alta quota a 2.500 metri d’altezza. I corpi senza vita sono stati estratti dalla neve dal Soccorso alpino svizzero e portati all’obitorio della città elvetica di Briga.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lecce, arrestato l’ergastolano Perrone. Era evaso a novembre dall’ospedale. “Aiutato perché considerato un idolo”

next
Articolo Successivo

Firenze, 35enne americana strangolata in casa. Cadavere scoperto dal fidanzato

next