“Non ci sono bombe democratiche e il sabotaggio è considerato terrorismo dalla legge”. Con queste parole il Procuratore Generale della Repubblica di Torino Marcello Maddalena ha replicato alla difesa dei 4 No Tav accusati di terrorismo. Gli imputati erano stati assolti dall’ipotesi eversiva e condannati a tre anni mezzo per altri reati in primo gradi, ma la difesa ha respinto al mittente le accuse sottolineando che non si trattava di “bombe”, ma di bottiglie incendiarie e la gravità di un’eventuale condanna per terrorismo dei quattro imputati: “Mi spaventa il fatto che se questi atti vengono considerati terroristici – spiega il legale degli attivisti Claudio Novaro – un domani non sappiamo cosa capiterà perché tutto quello che viene ritenuto scomodo dalle istituzioni potrà essere perseguito come atto terroristico” di Simone Bauducco

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Scandalo Mose, Orsoni: “Non ho mai ammesso colpevolezza. Ho chiesto il patteggiamento per il bene di Venezia”

prev
Articolo Successivo

NoTav, sentenza d’appello: “Attacchi a cantiere Alta velocità? Non sono atti di terrorismo”

next