Marco Travaglio e il senso religioso della destra italiana: dal bunga-bunga al Family day fino al movimento Presepe Nord di Rozzano. “Il terrorismo islamico è una cosa terribile. Però produce un effetto collaterale tragicomico e involontario – sostiene il direttore del Fatto Quotidiano – Trasformare interi plotoni di miscredenti, atei, bestemmiatori, ladri, bigami e puttanieri in battaglioni di pie donne, orsoline che diventano improvvisamente devote a Santa Romana Chiesa, ai crocifissi e soprattutto al presepe. Quella del centrodestra è una vera evoluzione della specie che ha fatto passare i suoi maggiorenti dalla difesa del bunga-bunga alla quella del presepe, dalle cene eleganti alla mangiatoia di Betlemme, dalla pecorina alle pecorelle”

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Della Valle vs Renzi: “Non basta un tweet dall’aereo di Stato, non è più credibile”

next
Articolo Successivo

Eutanasia, parla una malata terminale: “Domani vado a morire in Svizzera prima che il male mi divori”

next