Precipitato un aereo cargo russo nel Sudan del Sud: almeno 41 le vittime tra cui 7 bambini. La polizia locale riporta che l’aereo, un Antonov 12, è caduto poco dopo il decollo da Giuba, capitale del paese,  a circa 800 metri dall’aeroporto; Il velivolo era dalla compagnia tagika Asia Airways e aveva 45 anni. si è schiantato a circa 800 metri dall’aeroporto su un’isoletta del Nilo Bianco dove ci sono le case di molti pescatori. La coda dell’aereo e pezzi di fusoliera sono sparsi nella vegetazione vicino al fiume. Tra le vittime sia le persone a bordo dell’aereo, circa 20 persone, sia persone che si trovavano a terra. Due le ipotesi della caduta: un sovraccarico dell’aereo o un errore tecnico. Secondo fonti governative, infatti, a bordo c’erano 50 persone. L’incidente è avvenuto solo tre giorni dopo la caduta di un altro aereo russo nel Sinai dove sono morte 224 persone.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Montenegro: i continui errori europei sulla piazza

next
Articolo Successivo

Maldive, “stato di emergenza per 30 giorni”. Disordini dopo sospetto complotto contro presidente

next