Il popolo grillino si prepara a sbarcare a Imola, per la manifestazione “Italia5stelle” in programma per il 17 e il 18 ottobre all’autodromo Enzo e Dino Ferrari. Duecentomila le persone attese, quante ne arrivarono nel 2014 al Circo Massimo per la stessa kermesse. Anche se gli organizzatori non nascondono la speranza di raddoppiare il risultato: “L’evento di Roma – ha sottolineato Roberta Lombardi, deputata M5s, a margine della conferenza stampa per presentare l’iniziativa – fu organizzato dopo la delusione delle Europee, nel momento più difficile per il Movimento. Quest’anno invece il lavoro dentro le istituzioni sta dando buoni risultati e i cittadini tornano ad avere fiducia”. Circa mezzo milione di euro il costo complessivo della due giorni, di cui 390mila euro già coperto dalle donazioni private arrivate da circa 10800 donatori (con una media di 35 euro a donazione). “Il resto – ha assicurato Lombardi – lo raccoglieremo in piazza nei prossimi giorni”. Il tema della manifestazione questa volta sarà il “Movimento 5 Stelle al governo”. “Ci proponiamo come forza credibile e sul tema della squadra ci sarà una sorpresa proprio durante i due giorni di festa”. Dalle 10 alle 14, ha spiegato il consigliere di Bologna, Massimo Bugani, sarà dato spazio al “confronto con i portavoce sui temi locali e nazionali”, mentre nel pomeriggio si alterneranno sul palco “18 portavoce 5 stelle, insieme ai comici e agli artisti che hanno aderito”. A fare gli onori di casa ci saranno ovviamente anche i due leader, Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio di Giulia Zaccariello

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mantovani, Gelmini: “Non lasciamo a M5S la bandiera della trasparenza”

next
Articolo Successivo

Sardegna, Chisu lascia la presidenza delle Pari Opportunità. Disse: “Chi ha nel Dna l’essere troia, rimarrà tale”

next