Nei ore precedenti al suo arrivo, la sua presenza al meeting di Comunione e Liberazione era stata bersagliata sul web. E invece Mattia Fantinati, deputato del M5s, è salito sul palco della kemesse di Rimini e da lì ha lanciato un durissimo attacco proprio ai padroni di casa, confermando la linea sempre tenuta dal leader: “Sono qui per denunciare come Cl, la più potente lobby italiana, abbia trasformato l’esperienza spirituale morale, in un paravento di interessi personali, finalizzati sempre e comunque a denaro e potere. La politica deve essere laica, perché deve fare il bene comune, di tutti”, ha detto, leggendo un testo. Dalla platea è partito qualche fischio, ma il suo discorso si è guadagnato l’approvazione del capo, che l’ha subito rilanciato sul suo blog  di Giulia Zaccariello

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il contestatore di Renzi a L’Aquila? Figlio di un politico Pd. Che ride: “Arringa il popolo”

next
Articolo Successivo

Meeting Rimini, deputato M5s sul palco di Cl: “Siete lobby di denaro e potere”

next